Bonus Sicurezza Casa: proteggi i tuoi beni con le speciali agevolazioni

Il Bonus sicurezza è un’agevolazione fiscale dello Stato ideale riservata a chi desidera attuare interventi a favore della protezione della propria casa da ladri e malintenzionati.

Prevede una detrazione del 50% su tutti gli investimenti comprendenti:

  1. Installazione porte blindate;
  2. Installazione tapparelle metalliche con bloccaggi;
  3. Installazione infissi blindati;
  4. Installazione vetri antisfondamento.

Nell’ambito della voce “infissi blindati”, è fondamentale che questi ultimi siano dotati di relativa certificazione di classe anti effrazione, pena la perdita del beneficio concesso.

Chi può usufruire del bonus sicurezza?

Possono usufruirne tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato. 

L’agevolazione spetta non soltanto ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali /personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  1. proprietari o nudi proprietari;
  2. titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  3. locatari o comodatari;
  4. soci di cooperative divise e indivise;
  5. imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  6. soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati ,imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Gli interventi devono essere effettuati solo su immobili residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

Non sono ammessi al beneficio fiscale delle detrazioni gli interventi di manutenzione ordinaria (spettanti solo per i lavori condominiali), a meno che non facciano parte di un intervento più vasto di ristrutturazione.

Limiti di spesa

Il bonus concede detrazioni al 50% delle spese sostenute con un limite massimo di spesa pari ad € 96.000 per ciascuna unità immobiliare da ripartirsi in 10 anni.

Come richiederlo?

Per ottenerlo. non è necessario presentare alcuna domanda.

E’ sufficiente presentare le spese nella dichiarazione dei redditi, indicando i dati del pagamento e l’importo totale speso l’anno precedente.

È essenziale, però, che le spese siano state effettuate tramite bonifico parlante, coi seguenti dati inseriti:

  1. Causale del versamento;
    Codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  2. Codice fiscale o numero della partita Iva del beneficiario del pagamento.

Richiedi una consulenza tecnica gratuita e senza impegno prima di prendere qualunque decisione!  

Vuoi saperne di più?

Vai adesso nella sezione CONTATTI del sito e chiamami senza impegno per fissare un appuntamento senza impegno!

Oppure compila il seguente modulo di contatto e Richiedi GRATIS la consulenza dei nostri tecnici: avrai finalmente idee chiare e risposte precise. Così non potrai sbagliare! 

    Condividi
    Condividi su facebook
    Condividi su twitter
    Condividi su linkedin
    Condividi su whatsapp
    Condividi su pinterest

    FISSA UN APPUNTAMENTO

    Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incid idunt ut labore ellt dolore.